MSFF18-BEST SPORT & SOCIETY: IL CALCIATORE INVISIBILE di Matteo Tortora

Il Calciatore Invisibile vince come miglior Best Sport & Society al Matera Sport Film Festival 2018. La regia del toscano Matteo Tortora affronta con coraggio ed umiltà uno dei più discussi tabù della nostra società: l’omosessualità nel calcio, lo sport più amato d’Italia. Un tema difficile quello affrontato nel documentario che vede protagonista una squadra di calcio composta esclusivamente da calciatori omosessuali, il REVOLUTION TEAM.

Una serie di interviste ai giocatori della squadra e le dichiarazioni e testimonianze di numerosi personaggi di spicco affrontano una velata e pericolosa omofobia che da sempre si respira in ambito calcistico. Alessandro Costacurta, Cesare Prandelli, ma anche il vicedirettore della Gazzetta dello Sport Andrea Di Caro ne parlano con franchezza, unitamente al Revolution Team, squadra fiorentina che da anni scende in campo per dimostrare che la propria sessualità non può e non deve rappresentare un limite per lo sport che si ama. Un gruppo di calciatori nato a Firenze nel 2008 e dichiaratamente gay e gay-friendly che promuove un’attività socio-sportiva in lotta continuamente contro ogni discriminazione nello sport.

Una pellicola di enorme spessore socio-culturale che vuole farci riflettere sul perchè non ci siano coming out, perchè nel calcio i gay sono ancora un tabù. La comunità omosessuale ha compiuto enormi passi in avanti in tema di diritti e parità di genere, ma le conquiste non sono ancora finite. L’esistenza di settori impenetrabili fa ancora molta paura.

Il progetto, realizzato grazie a Produzioni dal Basso e al sostegno di Toscana Film Commission, Livorno Film Commission, Regione Toscana e Comune di Livorno, dimostra come il calcio e l’omosessualità possono viaggiare sullo stesso binario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *