MSFF18 WINNER: GAME di Jeannie Donohe

GAME è il film vincitore dell’ottava edizione del Matera Sport Film Festival. Per questo vogliamo raccontarvi cosa ne pensiamo del corto ed il perchè della sua vittoria ed il riconoscimento BasilicataCinema Movie Award assegnatogli. La pellicola è un’eloquente, breve visione di un mondo sportivo con un’incredibile rottura degli archetipi di “sport movie” solitamente dominati dagli uomini, che mostra certamente le lotte delle donne in una società dominata dagli uomini, ma sottolinea anche brillantemente il potere di determinazione, perseveranza e duro lavoro, unico nel suo genere, per andare avanti.

Game è un cortometraggio da non perdere della durata di 15 minuti realizzato dalla regista Jennie Donhoe, da sempre attratta dalle attività creative per tutta la vita.  Una donna che impazzisce per i racconti di giocatori e di squadre, per il brivido della partita. Jeannie ha studiato arte a Dartmouth. Tra le altre discipline, ha girato molta fotografia, concentrandosi sulle persone e i loro ambienti nelle zone rurali del New England. Poi è entrata a far parte di Teach for America, un programma che forma e mette recenti neolaureati nelle scuole pubbliche più svantaggiate del paese. Ha insegnato scuola media nel South Bronx, un’esperienza profonda che ha dato forma alla sua visione del mondo, in particolare al potere unico dei giovani. Ma la vera fortuna è stata quella di inserire il suo film nella competizione Lexus Short Films, un programma che supporta i cineasti emergenti: miracolosamente selezionata su 4600 candidati per scrivere e dirigere Game. La medaglia di Bronzo a Cannes non arriva per caso.

L’esperienza che si prova guardando Game genera davvero un impatto emotivo non indifferente: umorismo, angoscia, pathos, brivido, brillantezza visiva e sensoriale, capacità di sperimentare qualcosa o qualcosa di nuovo. Ha di certo qualcosa di potente da dire, oltre la trama: il voler fare bene, diventare migliore in quello che fai rispetto a quelli che vorrebbero demotivarti per qualsiasi motivo. Un punto di vista di qualcuno che desiderava davvero qualcosa, ma sentendosi all’esterno, guardandosi dentro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *